null Ravvedimentooperoso

Ravvedimento operoso

Il ravvedimento operoso consente di regolarizzare mancati versamenti d’imposta o mancata presentazione di dichiarazione alle scadenze stabilite pagando l’imposta dovuta, una sanzione ridotta e gli interessi calcolati al tasso legate in base ai giorni di ritardo.

Come fare

  • Ravvedimento per tardivo versamento

    Il ravvedimento operoso consiste nel pagamento (tardivo) dell’imposta dovuta (e non versata) di una sanzione (ridotta) e degli interessi calcolati al tasso legale per ogni giorno di ritardo. La sanzione ridotta è determinata in base al numero di giorni di ritardo del versamento secondo il seguente prospetto:

    • 0,1 % dell’imposta omessa per ogni giorno di ritardo, fino al 14° giorno (es. sanzione ridotta 0,1% per un giorno di ritardo, 0,2% per due giorni di ritardo, 0,3% per tre giorni di ritardo è così via fino al 14° giorno)
    • 1,5% dell’imposta omessa se il versamento viene effettuato dal 15° al 30° giorno dopo la scadenza
    • 1,67% dell’imposta omessa se il versamento viene effettuato dal 31° al 90° giorno dopo la scadenza
    • 3,75% dell’imposta omessa se il versamento viene effettuato dal 91° giorno dopo la scadenza e fino al termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno nel corso del quale è stata commessa la violazione;
    • 4,29% dell’imposta omessa se il versamento viene effettuato entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione
    • 5% dell’imposta omessa se il versamento avviene oltre il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione;


    Il ravvedimento operoso può essere effettuato SOLO se la violazione non è già stata contestata dall’ufficio tributi comunale e non sono iniziate attività amministrative di accertamento (es. richiesta informazioni) delle quali il contribuente abbia avuto formale conoscenza.

    Il contribuente che voglia regolarizzare la sua posizione deve:

    • calcolare l’imposta non versata alla scadenza;
    • conteggiare la sanzione, applicando la percentuale determinata in funzione dei giorni di ritardo del versamento
    • conteggiare gli interessi al tasso legale vigente con maturazione giorno per giorno dalla data di scadenza alla data del versamento
    • versare il dovuto (imposta, sanzioni ed interessi) utilizzando il modello F24  - Le sanzioni e gli interessi non vanno indicati separatamente, ma versati unitariamente all'imposta dovuta. Sul modello F24 è necessario barrare la casella "Ravv." e indicare nello spazio "Anno di riferimento"  l'anno a cui si riferisce il pagamento.

     

    Ravvedimento per tardiva presentazione della dichiarazione

    E’ possibile regolarizzare con il ravvedimento operoso anche la tardiva presentazione della dichiarazione IMU. In tal caso il ravvedimento operoso consiste nel versamento di una sanzione ridotta ad 1/10 del minimo previsto per l’omissione della dichiarazione. La sanzione ridotta è pari ad € 5,00.

    Il ravvedimento operoso per tardiva dichiarazione può avvenire solo alle seguenti condizioni:

    • Il ritardo nella presentazione della dichiarazione non può essere superiore ai 90 giorni
    • Il pagamento della sanzione ridotta deve essere effettuato prima della presentazione della dichiarazione e copia della ricevuta di pagamento va allegata alla dichiarazione stessa.

    Decorso il termine di 90 giorno dalla scadenza prevista per la presentazione della dichiarazione NON E’ PIU’ POSSIBILE RICORRERE ALL’ISTITUTO DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO e la dichiarazione deve considerarsi omessa.

Entro quanti giorni: 0

Dove andare

Sede

Martignacco, VIA della Libertà 1

Orari

Orario di apertura al pubblico:

Martedi 08:30 - 10:30
Dal Mercoledi Al Venerdi 10:30 - 12:30
Giovedi 17:00 - 18:00

Procedimenti correlati

Trasparenza

Istanza di parte - L'avvio del procedimento avviene con istanza di parte quando l'amministrazione viene sollecitata a procedere da un privato o da un'altra amministrazione

Data di aggiornamento: 02.11.2020